post

Antipasti Veloci | Ricette veloci per sorprendere

Sei alla ricerca di antipasti veloci con i quali sorprendere i tuoi invitati a cena? Allora sei nel posto giusto! Più sotto ti aspettano decine e decine di idee diverse, per creare antipasti gustosi e sorprendenti in grado di deliziare anche il palato più difficile.

L’unica regola? Che siano antipasti veloci, che tu possa presentare anche in caso di estrema urgenza, così da sorprendere doppiamente i tuoi invitati.

La cucina, in fondo, è ben più che semplice necessità in Italia. La nostra è la terra del sapore, del gusto e dell’alta gastronomia. Cucinare bene vuol dire rispettare una tradizione, rispettare la nostra cultura. E perché non farlo partendo fin dagli antipasti? Se i dolci possono essere la coronazione di un banchetto divino, gli antipasti possono esserne un delizioso incipit.

Se sei in ritardo e i tuoi amici ti aspettano, se tua suocera si è auto invitata all’improvviso e vuoi fare bella figura, allora questa lista è ciò che fa per te. Qui sotto troverai tantissime buone ricette divise per alimenti, così da poter soddisfare ogni gusto.

Sei pronto? Allora lanciati ai fornelli!

Antipasti veloci di Carne

  • Bocconcini di Patate, formaggio e pancetta

  • Bocconcini di Patate, formaggio e pancetta

Un antipasto tanto semplice e rapido quanto saporito e sfizioso, perfetto per accogliere ospiti inattesi. Di cosa hai bisogno? Ti bastano delle patate novelle, quelle piccole e dolci, intorno alle quali avvolgerai una fetta di formaggio a tua scelta; l’importante e che sia tagliato molto sottile. Infine, avvolgi il tutto con una fetta di pancetta.

Tutto qui? Si, tutto qui. Impiegherai semplicemente 10 minuti per la preparazione e venti minuti per la cottura in forno a 180°C : ma il risultato finale saranno deliziosi e sfiziosi bocconcini caldi.

  • Spiedini di salumi e formaggio

  • Spiedini di salumi e formaggio

Per invitati che amano la carne e i sapori decisi questo è l’antipasto principe, un piatto sul quale puoi fare affidamento se sei alla ricerca di risultati sicuri e sorprendenti! Un antipasto che puoi creare davvero in un batter d’occhio e che puoi personalizzare come più ti aggrada. Io ti consiglio di provare prendendo il formaggio e arrotolandolo attorno ad una fetta sottile di prosciutto e quindi infilandovi dei bocconcini di pancetta qua e là.

Quando avrai finito di preparare gli spiedini ti basterà rosolarli a fuoco lento in padella con burro o olio extra vergine d’oliva. Eccoti un antipasto delizioso, che puoi però gustare anche come secondo!

Per caso hai bisogno di suggerimenti sul formaggio da utilizzare? Perchè non provare con il caciocavallo, così saporito e deciso?

 

Antipasti di Pesce

  • Fagottini ai Gamberi

  • fagottini ai gamberi

Se certamente gusto e sapore sono fondamentali in cucina, lo sono pure l’aspetto e la presentazione! Con questo veloce antipasto di pesce otterrai un risultato sorprendente, presentando un piatto non solo delizioso ma anche curato e simpatico.

E il tutto è semplicissimo da cucinare! Bastano delle piccole e sottili crespelle all’interno delle quali inserirai gamberi freschi e poi, a tuo gradimento, verdure o formaggi.

  • Finte Capesante al Salmone

  • Finte Capesante al Salmone

Le capesante sono certamente un piatto prelibato, ma oggi vedremo una variante che della vera capasanta ha solo il guscio. In questo piatto infatti si utilizza unicamente il guscio della capasanta, che fa da contenitore per un gustoso ripieno di salmone, mozzarella e besciamella.

Il bello di questo piatto? Ha un gusto sorprendente e raffinato ed un aspetto davvero elegante, eppure è semplicissimo da relizzare. E’ sufficiente cucinare la besciamella, arricchirla con l’aggiunta di mozzarella e salmone e quindi riempire le conchiglie con questo gustoso ripieno. Coprite con una generosa spolverata di pan grattato e infornate a 200°C per dieci minuti e…voilà, la delizia è servita!

 

Antipasti veloci vegetariani (o quasi)

  • Pomodorini ripieni di salsa tonnata

  • Pomodorini ripieni di salsa tonnata

Se pensiamo ad un antipasto veloce, fresco e semplice, non può che saltare in mente una bella e colorata portata di pomodorini ripieni: un piatto tanto veloce nella preparazione quanto sfizioso nel gusto, perfetto per accompagnare le serate estive o le grigliate primaverili.

Innazitutto procurati dei pomodorini freschi; io ti consiglio i ciliegini. Quindi ti servirà della salsa tonnata, magari quella avanzata l’altra sera quando hai fatto il tuo buon vitello tonnato. Due semplici accorgimenti: prima di collocarvi il ripieno ricorda di strizzare un po’ il pomodoro, per elminare parte dell’acqua che contiene. E non dimenticarti di guarnire la superficie del tuo piatto di portata, in modo da rendere il tutto più grazioso: capperi e foglie di basilico sono l’ideale.

  • Bocconcini di uva al formaggio e pistacchi

  • Bocconcini di uva al formaggio e pistacchi

Ti piace sperimentare? Ti piace accostare sapori nuovi per creare piatti sorprendenti? Perché non l’hai detto subito, avrei messo questo antipasto in cima alla lista! Un concentrato di originalità e sapore, che trae la sua forza dal contrasto fra dolce e salato.

Ciò di cui hai bisogno sono una manciata di acini d’uva (una quindicina), granella di pistacchio, qualche cucchiaino di gorgonzola e qualche altro di formaggio spalmabile.

Per questo gustoso antipasto veloce ti rimando alla ricetta originale di giallozafferano, essendo la realizzazione non così intuitiva come può sembrare.

  • Gusci di Avocado Ripieno

  • Gusci di Avocado Ripieno

L’avocado è un frutto esotico che si è fatto sempre più strada anche nella nostra cucina di ogni giorno, grazie ad un sapore unico ed alla sua innata freschezza. Questo è un antipasto delicato e rinfrescante che ti consiglio di presentare durante l’estate, magari per sostituire una noiosa insalata priva di sapore.

Ma bando alle ciance e mettiamoci subito ai fornelli! Partiamo col vedere che ingredienti servono, anche se, proprio come in un’insalata, potrai ovviamente sostituirli con quelli che preferisci: avocado, limone, pomodori cuore di bue, un cucchiaino di mandorle in scaglie e una ciotolina di gamberetti sgusciati.

E ora, forchetta alla mano, è giunto il momento di svuotare i nostri avocado e quindi svuotarli dalla polpa. Questa deve essere tagliata a piccoli pezzi, cui andremo poi ad amalgamare tutti gli altri ingredienti. Infine il composto deve essere collocato nel guscio svuotato.

Per un sapore ancora più deciso e sorprendente ti do un consiglio: versa i gamberetti in una ciotola con scorza di limone ed aggiungi salsa di soia e miele. Poi saltali in padella a fuoco alto per circa un minuto.

Ed ecco pronti i tuoi deliziosi antipasti veloci a base di avocado, una prelibatezza estiva!

Dove gustare dei buoni antipasti?

Oggi abbiamo visto che cucinare antipasti veloci è davvero semplice ; si può  dare vita a bocconcini davvero sfiziosi. Ma dove andare a mangiarli se non hai voglia di cucinare? Puoi gustare i migliori antipasti presso il Ristorante Le Terrazze, uno dei migliori locali di Treviso che offre le pietanze più buone e gustose della città. Che dire, buon appetito!

 

post

CAMMINARE, L’IMPORTANZA DELLA PASSEGGIATA

Camminare come esercizio: è davvero possibile?
Sorprendentemente la normale passeggiata può essere vantaggiosa quanto una sessione di jogging. Appena trenta minuti al giorno possono migliorare
l’attività cardiovascolare, la resistenza ossea, aiuta perdere peso e potenzia la capacità polmonare; ad un livello moderato, infatti, il consumo di ossigeno è di poco più basso di quello dei maratoneti. Inoltre riduce notevolmente il rischio di attacchi cardiaci, diabete e osteoporosi.

A differenza di molte altre discipline sportive, soprattutto, la passeggiata è gratis e non richiede allenamento.

Perché scegliere di camminare?

Innanzitutto è l’esercizio più facile per stare in forma. E’ conveniente perchè è un esercizio che si può fare in qualsiasi luogo e in qualsiasi momento, mentre si va all’università, si cammina per le piste ciclabili, si decide di passeggiare sulla spiaggia con il proprio cane o con degli amici.

Cosa importantissima, va bene per tutte le età. Contrariamente alla maggior parte delle altre discipline, non va a pesare eccessivamente sulla schiena e crea minor dolore alle giunture, utile soprattutto per le persone più anziane.

Il beneficio maggiore, però, si riferisce alla mente: aumentare gradualmente l’intensità delle passeggiate è direttamente collegato al benessere mentale. Aiuta infatti a sviluppare le funzioni cognitive e la memoria, aiuta la creatività, aumenta l’autostima e migliora l’umore, permette la liberazione dello stress accumulato e riduce l’insonnia.

post

MOUSSE AL CIOCCOLATO, RAFFINATEZZA IN CUCINA

Creata nel 1755 dal cuoco francese Menon e descritta nel suo ricettario Les soupers de la cour, la mousse è uno dei dolci più leggeri, famosi e difficili da preparare, sebbene la composizione sia semplicissima.

La mousse nasce in quattro varianti: alla crema, al caffè, al cioccolato e allo zafferano, tutte da tenere in ghiaccio per almeno due ore.

La versione classica della mousse ha pochi ingredienti: cioccolato e uova, nient’altro.

Non c’è zucchero, non c’è burro, solamente il gusto dell’ingrediente principale.

Per prima cosa, bisogna spezzettare il cioccolato (meglio se fondente) in un pentolino e sistemarlo dentro una pentola ancora più grande; in questo modo possiamo riempire la pentola più grande di acqua bollente e far sciogliere il cioccolato nel tegame più piccolo, così che l’acqua non lo tocchi mai. Il fuoco deve essere dolce e non deve mai arrivare ad ebollizione.

Nel frattempo si montano gli albumi a neve; una volta che il cioccolato risulterà completamente sciolto, si aggiungeranno prima i tuorli, uno alla volta, e poi gli albumi. Il tutto in maniera graduale, sempre mescolando con energia dal basso verso l’alto.

Il segreto, come raccomandava il cuoco Menon, è proprio quello della posa: la mousse deve restare nel frigorifero per almeno due ore, coprendola con cura con una pellicola.

Per una mousse al cioccolato il più elegante possibile, assicuratevi di usare il cioccolato fondente al 70%, il quale darà un colorito scuro e un sapore molto più deciso e intenso.

post

LE BASI: ECCO IL FRENCH TOAST

Dolce, salato, all’americana o all’europea. Sono moltissimi i modi per preparare il French Toast, il tipico piatto da colazione popolare negli Stati Uniti e nel Nord Europa.

Da un po’ di tempo sta arrivando anche sulle tavole italiane ed è una valida alternativa alla nostra tradizionale colazione salata, solitamente formata da panini con cetriolini, formaggi o salumi. E’ una colazione sana e sostanziosa, che permette di arrivare a pranzo con il giusto appetito, anche solo mangiando il raccomandato frutto a metà mattinata. 

Originariamente veniva preparato con lo scopo di riutilizzare il pane raffermo, soprattutto quello francese che diventa raffermo dopo un giorno; inzuppato nelle uova, il pane si ammorbidisce e diventa più nutriente.

Gli ingredienti principali sono pane e uova, sebbene gli ingredienti extra possano essere latte, succo d’arancia, zucchero, spezie o vaniglia.

Tradizionalmente il pane utilizzato per il French Toast è quello bianco tagliato a fette abbastanza spesse, che in Italia troviamo facilmente già tagliato nei sacchetti per preparare i tramezzini. 

Si sbattono le uova in una ciotola aggiungendo cannella e vaniglia; successivamente si prendono individualmente le fette di pane e si inzuppano nel liquido su entrambi i lati.

Facendo attenzione a non inzupparle troppo per evitare che si rompano, si appoggiano su una padella imburrata, dove vengono lasciate fino a che non sono dorate.

Nella loro versione salata si aggiunge una fetta di formaggio fuso oppure di prosciutto, mentre solitamente si servono con marmellata, cioccolato oppure il più classico sciroppo d’acero.
Ovviamente la variante con il formaggio si trova più di frequente nel Nord Europa, mentre la variante dolce con lo sciroppo d’acero è una delizia tipicamente americana. Da provare assolutamente.