post

Sport, i benefici del massaggio decontratturante

Il massaggio decontratturante apporta benefici agli sportivi nel trattamento di contratture e stiramenti

Lo sport stimola tutti i tuoi sensi, li esalta, li amplifica. Il sudore ed il fiato corto ti rigenerano, ti svuotano di ansie e preoccupazioni. Tutti i problemi perdono di significato di fronte allo sforzo e alla fatica.

Lo sport regala questo agli atleti, ma non solo. La sensazione di libertà è accompagnata dalla volontà di superarsi, dalla soddisfazione per i risultati guadagnati con sacrifici, la capacità di porsi nuovi limiti e nuovi obiettivi.

massaggio decontratturante

massaggio decontratturante

Ma se lo sport e l’attività fisica ti lasciano subito la mente libera e vuota… lo stesso non si può dire per il corpo. Lo sforzo e la pratica sportiva, nonostante mantengano giovani e aiutino a mantenersi in forma, possono a volte provocare dolori e contratture muscolari.

Ottimo rimedio, da affiancare alla cura prescritta da un fisioterapista, è il massaggio decontratturante. Esso si effettua sulla

massaggio decontratturante

massaggio decontratturante

parte specifica da trattare, non su tutto il corpo ed è finalizzato a sciogliere la contrattura.

L’effetto sarà l’affievolimento del dolore e un effetto rilassante. Il massaggio, fatto con olii essenziali, alterna pressioni e sfregamenti.

Il massaggio decontratturante, insomma, risolve e accelera la guarigione.

E in men che non si dica potrai tornare in campo, in pista o ovunque tu pratichi lo sport che ti fa stare bene, che ti dona l’equilibrio tra mente e corpo necessario ad affrontare la vita di tutti i giorni.

Il massaggio decontratturante può essere effettuato a Treviso presso Spa Le Terrazze. Scegliere Spa Le Terrazze significa mettersi nelle mani di professionisti e scegliere la qualità, per far del bene al proprio corpo, senza correre rischi. Richiedi qui tutte le informazioni.

post

IL SALE: QUANDO LESS IS BETTER

Il nostro corpo ha bisogno di sale per funzionare bene. Il sale contiene sodio, sostanza che aiuta il corpo a controllare molte funzioni, ma se il sodio raggiunge livelli eccessivi può danneggiare l’organismo.

Le persone che soffrono di pressione alta oppure sono soggette a sbalzi cardiaci, sono solitamente tra quelle a cui viene consigliato di limitarne il consumo quotidiano. Anche chi non soffre di alcuna patologia può comunque aiutare a migliorare la propria salute con una dieta leggermente iposodica.

Mangiare più alimenti durante il giorno è un trucco che aiuta a limitare il consumo, grazie ad una semplice dieta bilanciata. La frutta e la verdura devono essere fresche e non confezionate, poiché non hanno conservanti o altre sostanze aggiunte; le verdure in barattolo dovrebbero essere evitate poiché c’è un’alta concentrazione di sale a preservare il colore dell’alimento.

I prodotti che solitamente contengono le maggiori quantità sono i cibi lavorati, come le carni affumicate, la pancetta, i salumi, le salsicce; la salsa di soia, la salsa Worcestershire, il ketchup e la maggior parte dei formaggi sono ricchi di sodio; patatine, snack, crackers (tranne quelli contrassegnati) sono da evitare.

Possiamo sempre rimpiazzare il sale con altre spezie di stagione; mentre cuciniamo possiamo utilizzare pepe, erbe e aglio quando possibile.

Un altro accorgimento è il calcolo del residuo fisso sulle bottiglie d’acqua, sempre riportato sulle etichette.

In ogni caso, prima di cominciare qualsiasi dieta o assumere dei sostituti iposodici, è sempre bene consultare il proprio medico.