post

Venezia, la città giusta per fare la proposta?

Venezia è una delle città più amate al mondo, romantica e affascinante.

Venezia! – scrisse Maupassant – Esiste una città più ammirata, più cantata dai poeti, più desiderata dagli innamorati, più visitata e più illustre? Venezia! Esiste un nome nelle lingue umane che abbia fatto sognare più di questo?”. I canali, le gondole, le maschere. Ovunque, a Venezia, sembra di essere all’interno di un quadro, in cui le diverse luci tracciano il segno del pennello, donano a tutto colori e stili sempre diversi. I colori caldi inebriano la vista, rimangono impressi nella memoria.

Venezia

Venezia

Non ci vuole molto a innamorarsi di Venezia. Basta entrare nel quadro, sentirne la palpabile e romantica malinconia.

E se Venezia è il luogo perfetto per innamorarsi, è anche il luogo perfetto per coltivare l’amore, per accrescerlo e nutrirlo. Se Venezia è il luogo in cui rubare un bacio, è anche il luogo in cui poter dare l’ennesimo come se fosse il primo, ritrovare la passione estraniandosi dal mondo.

Sono tantissimi gli innamorati che scelgono di passare un week end romantico a Venezia, che ne sfruttano la magia per regalarsi momenti indimenticabili. Una città perfetta per evadere dalla quotidianità, dallo stress. Ma perfetta anche per rendere ancora più magico un momento importante della propria vita. Perché non per incoronare il proprio rapporto? Per fare la grande proposta? Per promettersi eterno amore?

Venezia

Venezia

Magari con un soggiorno in un luogo esclusivo, come Le Terrazze Hotel e Residence, con Spa e ristorante, con cena e percorso benessere, da cui Venezia è facilmente raggiungibile, così come tante altre bellezze venete. L’amore è fatto di piccoli gesti, di particolari, ma anche di coraggio. Osare per rendere tutto davvero perfetto, per far capire all’altro di essere la persona più importante. Un matrimonio incoronato a Venezia, benedetto dalla sua laguna, racchiuso per sempre nella sua bellezza.

Venezia

Venezia

post

Glutei e cosce, gli esercizi per tonificare le gambe

Alcuni esercizi semplici e veloci da fare in casa per dimagrire e tonificare cosce e glutei

Ogni donna ha un corpo diverso. C’è chi sembra una “l”, chi una “o”, una “t” o una “b”. A prescindere da quali siano le vostre forme e le vostre misure, l’esercizio fisico e gli esercizi non servono solo a dimagrire, ma anche a tonificare e a mantenere sane le articolazioni e il sistema cardio-circolatorio.

esercizi per tonificare le gambe

esercizi per tonificare le gambe

Ogni persona, infatti, è soggetta al decadimento della vecchiaia. Numerose sono le patologie che investono le donne, tra cui le più diffuse sono la cellulite, la ritenzione idrica e le vene varicose. Fare una vita sedentaria, in ufficio ad esempio, in cui si passa molto tempo seduti, può esaltare il problema, facendo comparire presto le varici e provocando danni anche alle articolazioni, che reggono meno il peso del corpo ma che diventano anche meno flessibili e agili.

Non solo quindi, per motivi estetici, ma soprattutto per i benefici che può apportare alla propria salute, l’attività fisica è necessaria.

Facile da fare e adatta a chi ha poco spazio o poco tempo, è l’attività fisica a corpo libero, in cui si lavora solo con il proprio peso. Gli esercizi più utili, da abbinare alla corsa leggera e alla camminata veloce, sono gli squat e gli affondi. Questi esercizi sono da realizzare in serie da tre. Iniziate da un numero di ripetizioni basse, in modo che riusciate a effettuare tutte e tre le serie e che nelle sedute successive andiate sempre aumentando il numero e non riducendolo.

Gli squat si effettuano partendo dalla posizione in piedi. I piedi sono paralleli e leggermente più larghi dei fianchi. L’esercizio consiste nel piegare le ginocchia e portare in basso il bacino. La schiena deve rimanere dritta e le ginocchia non devono superare le punte dei piedi. Se inizialmente si trova difficoltà nel mantenere l’equilibrio, si possono fare poggiando la schiena al muro.

Per chi volesse successivamente aumentare la difficoltà dell’esercizio, può, ogni volta che si rialza, portare alternativamente un ginocchio al petto.

esercizi per tonificare le gambe

esercizi per tonificare le gambe

La posizione di partenza degli affondi è la medesima. Per effettuarli, però, bisogna fare un lungo passo in avanti. Bisogna poi piegare le ginocchia e scendere nella posizione. Il ginocchio anteriore avrà un angolazione di 90°, il piede posteriore è poggiato sulle dita dei piedi. Bisogna poi ritornare in posizione e ripetere con l’altra gamba. Questi semplici esercizi, fatti quotidianamente o quasi, inizieranno a dare subito i propri frutti. Presto inizierai a vedere i risultati e (certamente) se ne accorgerà anche chi ti sta attorno. Provare per credere!

Se poi non ami  fare sport da sola, motivati con la giusta compagnia e i giusti stimoli. Prova qualcosa di alternativo, come i corsi fitness di Spa Le Terrazze.

 

post

Treviso e le sue acque: una bellezza tutta da scoprire

Treviso è una città ricca, fertile e colma d’acqua, di una bellezza sottile ma indimenticabile.

Treviso, a pochi chilometri da Venezia, è una delle città più caratteristiche e belle da visitare in Veneto. La sua atmosfera, il suo centro storico, le sue strade, si trasformano in immagini care e nitide nella memoria di chiunque si appresti a scoprirle.

Treviso è una città ricca, fertile e colma d’acqua. È impossibile, passeggiando per le strade, non sentire il rumore dei corsi, ammirarne lo specchio mosso dalla corrente.

Per chi voglia incantarsi, per chi vada alla ricerca di relax, Treviso e la restera lungo il Sile, il corso principale, sono l’ideale. Un angolo di paradiso nel centro cittadino, dove il caos e il traffico si fermano, lasciando il posto alla natura e a un paesaggio mozzafiato. Il Sile, uno dei fiumi di acqua risorgiva più lunghi d’Europa, si snoda nelle varie parti della città in sempre nuove e suggestive viste.

PiavonStorga

treviso

Il vero e proprio polmone della città è però il parco della Storga (che in parte si affaccia sul Sile). Qui la vegetazione è ancora più rigogliosa e più verdeggiante, riesce a creare l’atmosfera giusta per una passeggiata rigenerante, ideale per sfuggire all’afa estiva.

Per chi invece preferisse immergersi nella città, la scelta è passeggiare sulle rive del fiume Cagnan. Più piccolo ma caratteristico, ornato da ponticelli e salici. Famoso è anche l’isolotto della Pescheria, dove le bancarelle dei pescivendoli sono affiancate ad altre, dove poter soffermarsi e assaggiare prodotti tipici.

La parte più suggestiva della città, però, è quella del centro storico, dove i fiumi giungono e si trasformano, creando atmosfere differenti. Tra monumenti e negozi, il piccolo centro è facile da visitare ma è destinato a lasciare una traccia indelebile. Da non perdere sono anche i Buranelli, una zona incantevole e incredibilmente romantica.

Scopri di più sulla città scaricando la guida di Treviso, un’indispensabile risorsa per conoscerne tutte le sfaccettature.

post

Venezia e la leggenda degli amanti della consolazione

A far bella Venezia sono anche le storie, i misteri e le leggende. Un angolo di paradiso, la città ideale per trascorrere un week end romantico

Ornamento raffinato ed elegante non sono solo le piazze, le chiese, i fiori e i canali. A far bella Venezia, a renderla unica, sono soprattutto le storie e i misteri, le favole racchiuse nelle sue maschere, nei suoi vicoli e nei suoi portoni.

Tutti conoscono la Chiesa di Santa Maria della Fava (o Santa Maria della Consolazione), attorno a cui gira un’affascinante storia d’amore, un’avventura passata nel tempo ma tenuta in vita dalle chiacchiere e dal passa parola.

La storia narra di Maria e Gregorio, lei di famiglia benestante e lui un povero pittore. I due erano innamorati, ma il loro amore fu contrastato dalla famiglia di lei, che diede la ragazza in sposa a un altro uomo.

Pochi anni dopo la fanciulla morì e fu sepolta nel cimitero che sorgeva proprio nel luogo in cui si trova oggi la chiesa. Maria però tornò sotto forma di fantasma. Si palesò sia allo sposo sia ai genitori, che ne ebbero paura e la cacciarono.

venezia leggenda

venezia leggenda

Si presentò poi davanti a Gregorio, che in quel periodo stava dipingendo un quadro della Madonna da donare a una chiesa vicina. Lui la riconobbe subito e i due vecchi amanti poterono ritrovarsi. Lui condusse Maria in chiesa, dove tutti poterono riconoscerla e vederla accanto a lui.

Sul cimitero fu edificata l’attuale chiesa, dove si dica che aleggino ancora gli spiriti dei due innamorati.

Il quadro realizzato da Gregorio sarebbe dovuto essere esposto fuori dalla chiesa, in ricordo dei due amanti, ma scomparve. Oggi, infatti, è rimasta la nicchia vuota e della loro storia non rimane che questa affascinante leggenda.

Venezia, ricca di storie e leggende. E’ la città romantica per eccellenza, tutta da scoprire e vivere, magari accompagnata da uno speciale soggiorno tra hotel, Spa e ristorante, da dove poter raggiungere le altre città del Veneto e scoprire tutta la magia di un’incantevole terra.