post

Correva l’anno 1862 quando Ludwig Feuerbach scrisse : “Siamo ciò che mangiamo” ; e mai come in questi ultimi decenni la frase risulta così attuale. Molti secoli prima di Feuerbach, quasi duemila anni fa, un’altra famosa figura della Medicina espose un concetto fondamentale riguardo l’alimentazione : era Ippocrate, che scrisse “Fai che il cibo sia la tua medicina e la medicina il tuo cibo “.  Ecco perché bisogna mangiare sano, : perché il cibo è la nostra prima difesa contro le malattie.

Mangiare sano non significa solo avere un organismo più forte e in salute, ma anche vivere una vita migliore, sotto ogni aspetto. La nostra alimentazione influenza non solo il nostro aspetto fisico, dal peso corporeo alla brillantezza della luce, ma anche la nostra mente, in modo diretto e indiretto.

Oggi più che mai mangiare sano dovrebbe essere una pratica obbligatoria per tutti, non solo per atleti e sportivi, ma per chiunque voglia vivere una vita migliore, con più energie e più felicità.

 

Perché mangiare sano?

La nutrizione influenza principalmente i tre aspetti della tua vita che ora vedremo. Chiaramente, a seconda del tipo di alimentazione da te scelta questi potranno subire grandi cambiamenti.

  1. La salute. L’alimentazione è il nostro primo alleato contro malattiepiù o meno gravi. Una corretta alimentazione può aiutare ad allontanare i fastidiosi raffreddori stagionali, ad alleviare malanni e a prevenire l’insorgere di alcune malattie, anche piuttosto gravi.
  2. Il fisico. Questo è sicuramente l’aspetto più evidente e quello mediaticamente più evidenziato. Gli alimenti che introduciamo nel nostro corpo possono davvero fare una grandiosa differenza. I nostri pasti, possono farci ottenere il fisico snello e tonico che abbiamo sempre sognato, o al contrario possono farci ingrassare; siamo noi a decidere cosa introdurre nel nostro corpo, e dunque a decidere come trasformarlo. Ma mangiare sano non significa solo essere magri : significa anche avere una considerevole diminuzione della cellulite, e una pelle brillante e più sana.
  3. La psiche. Questo particolare punto viene spesso ignorato oppure trattato in modo così rapido e superficiale da non venire neppure compreso. Eppure l’alimentazione ha grandi ripercussioni sulla nostra mente, sia a livello diretto che indiretto. Mangiare sano può aiutarci ad aumentare le energie nel nostro corpo e a riequilibrare l’organismo. Introducendo alimenti che vadano ad come vitamine o sali minerali possiamo sistemare alcuni squilibri e sentirci così più in forza, più solari e positivi. Ma gli effetti indiretti dell’alimentazione sana sulla nostra psiche sono ancora maggiori. Prendi un uomo grasso e un uomo magro: chi dei due vivrà una vita migliore, sentendosi meglio con sé stesso? La riposta è semplice: quello che ha mangiato in maniera sana. E potrei continuare: a esempio mangiare in modo corretto concilia il sonno e ci aiuta a dormire, così da farci sentire più felici, rilassati e freschi.

 

Consigli per mangiare sano

verdura

Passiamo ora al lato pratico della cosa. Abbiamo visto quanto sia importante mangiare sano e come questo possa apportare grandi cambiamenti alla tua vita, aiutandoti a migliorarla. Ma cosa vuol dire mangiare bene? Come si fa?

Cerca di cucinare il meno possibile e mangia alimenti freschi

Cucinare a lungo le proprie pietanze è una pratica che sicuramente aiuta ad aumentare il gusto e sapore, ma che va a diminuire i valori nutrizionali degli alimenti, con conseguente perdita di alcune preziose vitamine o altri micronutrienti. Inoltre un cibo cucinato poco o addirittura crudo è molto più digeribile rispetto ad un cibo cotto, aiutando così il tuo sistema digerente.

Questo è vero soprattutto quando si parla di vegetali. Ad affermarlo è la nutrizionista Tracy Letts che spiega come bollendo le verdure si causa la distruzione di ben il 50% dei nutrienti contenuti in esse. Lo studio, condotto con grande rigorosità scientifica, dimostra come l’effettiva cottura di alimenti di origine vegetale sia una pratica da evitare il più possibile.

Scegli cibi naturali e non raffinati

Questo è un consiglio che probabilmente ti è stato già dato da decine di persone diverse ma per quanto sia basilare ed arcinoto viene spesso inascoltato. E’ invece fondamentale mangiare cibi il più possibile naturali, poco lavorati e controllati adeguatamente. Ad esempio preferisci sempre la pasta e il riso integrali, mangia direttamente la frutta piuttosto che bere i succhi, e utilizza farina biologica integrale e non quella di tipo 00, fin troppo raffinata e priva dei valori nutrizionali della farina genuina. Un’importante scelta che puoi fare per mangiare meglio è scegliere lo slow food. Cosa? Ancora non lo conosci? Rimediamo subito allora. Slow Food è un’associazione che si è posta l’obiettivo di ridare valore al cibo, partendo dal rispetto di chi produce, con un approccio in armonia con ambiente ed ecosistemi. Questa lodevole associazione internazionale opera puntando sui territori e sulle tradizioni locali per dare nuova importanza al cibo fresco e sano. Se ti è possibile cerca sempre ristoranti che comprano i propri alimenti nei presidi slow food, come ad esempio il Ristorante Terrazze a Treviso, in modo da avere alimenti salutari anche fuori casa.

Varia : non mangiare sempre lo stesso alimento

Questo è un problema molto frequente in Italia, dove siamo abituati a mangiare sempre lo stesso alimento ad ogni pasto: sto parlando di pasta, pane e riso. Tutti questi alimenti presentano un alto contenuto di carboidrati. Non solo mangiare spesso lo stesso alimento può portare allo sviluppo di fastidiose intolleranze, ma è anche particolarmente dannoso per il tuo organismo perché può creare disequilibri. Eppure l’Italia è la terra del buon cibo, la patria della gastronomia, con una varietà di alimenti tale da far invidia a qualunque altra realtà. Perché quindi limitarsi ad un solo alimento? Cerca di variare il più possibile e il tuo corpo non ti ringrazierà mai abbastanza.

Le calorie? Non berle!

Questo non te l’aspettavi, vero? Eppure pensaci un attimo: quanto è più semplice ingerire un grande quantitativo di calorie bevendo piuttosto che mangiando? E non solo: un liquido, a differenza di un alimento solido, occupa molto meno spazio nel nostro stomaco, con la conseguenza che non ti sentirai sazio neanche quando avrai superato il tuo apporto calorico normale. Ad esempio Un succo alla mela, non produce nessun effetto di sazietà, nonostante apporti più zuccheri e grassi rispetto ad una mela. Bibite gassate, zuccherate e/o alcoliche sono veri veleni per la tua salute e per il tuo corpo e per questo devono essere del tutto eliminate dalla tua dieta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *