post

LE BASI: ECCO IL FRENCH TOAST

Dolce, salato, all’americana o all’europea. Sono moltissimi i modi per preparare il French Toast, il tipico piatto da colazione popolare negli Stati Uniti e nel Nord Europa.

Da un po’ di tempo sta arrivando anche sulle tavole italiane ed è una valida alternativa alla nostra tradizionale colazione salata, solitamente formata da panini con cetriolini, formaggi o salumi. E’ una colazione sana e sostanziosa, che permette di arrivare a pranzo con il giusto appetito, anche solo mangiando il raccomandato frutto a metà mattinata. 

Originariamente veniva preparato con lo scopo di riutilizzare il pane raffermo, soprattutto quello francese che diventa raffermo dopo un giorno; inzuppato nelle uova, il pane si ammorbidisce e diventa più nutriente.

Gli ingredienti principali sono pane e uova, sebbene gli ingredienti extra possano essere latte, succo d’arancia, zucchero, spezie o vaniglia.

Tradizionalmente il pane utilizzato per il French Toast è quello bianco tagliato a fette abbastanza spesse, che in Italia troviamo facilmente già tagliato nei sacchetti per preparare i tramezzini. 

Si sbattono le uova in una ciotola aggiungendo cannella e vaniglia; successivamente si prendono individualmente le fette di pane e si inzuppano nel liquido su entrambi i lati.

Facendo attenzione a non inzupparle troppo per evitare che si rompano, si appoggiano su una padella imburrata, dove vengono lasciate fino a che non sono dorate.

Nella loro versione salata si aggiunge una fetta di formaggio fuso oppure di prosciutto, mentre solitamente si servono con marmellata, cioccolato oppure il più classico sciroppo d’acero.
Ovviamente la variante con il formaggio si trova più di frequente nel Nord Europa, mentre la variante dolce con lo sciroppo d’acero è una delizia tipicamente americana. Da provare assolutamente. 

post

COMINCIA LA GIORNATA CON GLI SMOOTHIES

Cremosi, dolci e colorati, gli smoothies sono sicuramente una delle bevande più gustose e salutari che si possono preparare con facilità.

Gli ingredienti basilari sono frutta fresca, tanta creatività e un pratico frullatore; in aggiunta, dello yogurt bianco.

Lo smoothie è ottimo da bere alla mattina, in quanto è fresco, facile e gustoso. Ecco quindi i più golosi per cominciare bene la giornata.

Le fragole hanno un grande potenziale nutritivo; il contenuto calorico è molto basso e sono ricche di vitamina C, rendendole così un grande alleato per poter cominciare bene la giornata senza arrivare a pranzo affamati. Uno smoothie preparato con lo yogurt alla fragola è quindi un ottimo suggerimento per chi non fa uno spuntino durante la mattinata.

Il mango, invece, come le arance e tutti i frutti gialli, possiedono un’elevata concentrazione di beta-carotene. Le fibre contenute nello smoothie al mango regalano allo stomaco una sensazione di sazietà per tutta la mattinata.

La banana contiene un’importante quantità di potassio che aiuta il corpo a mantenere i livelli della pressione bassi, mentre le sue vitamine stabilizzano i livelli di zucchero. Lo smoothie alla banana, però, può risultare troppo dolce o denso e per questo c’è un trucco molto semplice: aggiungere del succo d’arancia in modo da renderlo più leggero.