post

Pokemon in mostra a Milano

Pokemon in mostra, tutti a Milano per celebrarne i 20 anni.

Cavalcando l’onda del grande successo avuto dalla nuova avventura firmata Pokemon, ossia Pokemon-Go, un gioco in realtà aumentata che ha conquistato grandi e piccini, si terrà per tutto il settembre 2016 una mostra dedicata ai mostriciattoli più amati del mondo dei fumetti. I Pokemon in mostra a Milano, quindi, per tutti gli amanti del genere e gli appassionati di videogiochi e fumetti.

Pokemon in mostra a Milano

Pokemon in mostra a Milano

Dal 1 settembre al 2 ottobre la mostra sarà visitabile gratuitamente presso WoW Spazio fumetto, in viale Campania 12, in onore dell’anniversario della loro nascita.
I pokemon, infatti, creati dalla mano di Satoshi Tajiri e Ken Sugimori nel lontano 1996, compiono quest’anno 20 anni.
A partire dal primo videogioco, dalle nuove e numerose versioni, fino ad arrivare al cartone animato, ai lungo metraggi e a Pokemon Go. Questa realtà si è sempre trasformata e ha sempre seguito le nuove tendenze, ha accompagnato l’infanzia di ormai due generazioni senza diventare mai ripetitivo e banale.

Nella mostra gli appassionati potranno avere notizie sulla nascita dei Pokemon ma anche sul design di ognuno di essi, come sono stati ideati e come sono cambiati nel corso del tempo.
Non mancheranno le parti dedicate al cartone animato e ai lungometraggi, con curiosità, aneddoti e novità. Sarà possibile vedere locandine, gadget, pupazzi, tutto ciò, insomma, che è nato attorno a questo fenomeno di portata mondiale, attorno a questa Pokemania che impazza da ormai due decenni.

Un luogo strategico per raggiungere facilmente Milano e avere un alloggio comodo e rilassante, è il Palace Hotel di Crema, un Hotel a  3 stelle con tanti servizi e tutte le comodità per soddisfare le tue esigenze. Crema è una città tranquilla ed interessante, ad appena 30km da Milano e collegata in modo eccellente con la grande città, ma molto più sicura e meno caotica.

Pokemon in mostra a Milano

Pokemon in mostra a Milano

post

Animalia, l’amore per gli animali in mostra a Venezia

Animalia, l’amore per gli animali in mostra a Venezia. Una mostra adatta a tutti gli amanti degli animali

Cani, gatti, conigli e quant’altro. C’è chi dice che l’amore più grande si provi proprio per loro, per gli animali. A prescindere che questo sia vero o meno, quello che si prova per il proprio cucciolo è un affetto formatosi pian piano nel tempo, forte e complesso, nutrito negli anni da gesti semplici di vita quotidiana.

Il circolo fotografico “La Gondola” di Venezia, con il suo ultimo progetto, vuole indagare proprio questo aspetto della nostra società, ossia il rapporto uomo-animale.

La mostra si chiama “Animalia” e cerca di mostrare questo rapporto e le modalità in cui l’essere umano si relaziona all’animalità. Non solo questo: vuole anche verificare come viene modificata la percezione dell’animale, come il suo aspetto cambi ai nostri occhi con l’affetto.

Animalia, l'amore per gli animali in mostra a Venezia. Una mostra adatta a tutti gli amanti degli animali

Animalia, l’amore per gli animali in mostra a Venezia. Una mostra adatta a tutti gli amanti degli animali

Un percorso che riesce ad emozionare e a far contemporaneamente riflettere.

La mostra è visitabile fino al 21 agosto presso il Museo di Storia Naturale di Venezia.

Attraverso le immagini di “Animalia” si può riflettere sull’animalità dell’essere umano, sullo sfruttamento degli animali e sull’eccessiva umanizzazione degli animali domestici. Un percorso a tutto tondo, che parla delle varie sfaccettature di tale rapporto.

Una mostra particolare e originale, da non perdere, profonda, al passo con i tempi ed i cambiamenti della società.

post

Real Bodies, una mostra epocale a Milano

Arriva a Milano Real Bodies: corpi veri in una mostra non adatta ai deboli di stomaco.

Real Bodies è una mostra che da ottobre sarà visitabile a Milano, una mostra davvero particolare, perché fatta di corpi umani… veri! Corpi e organi, sani e malati, conservati attraverso la tecnica della plastinazione, messi in bella mostra. Un evento di straordinaria importanza, unico nel suo genere, una mostra mai vista prima e progettata esclusivamente per Milano. Per quanto discutibile possa essere e poco adatta ai deboli di stomaco, questa mostra è rivoluzionaria e davvero utile per studenti, medici, infermieri e ricercatori.

real bodies Milano

real bodies Milano

Attraverso l’esposizione di corpi e organi veri, con Real Bodies, che ha avuto bisogno di due anni di lavoro per essere messa in piedi, sarà possibile iniziare un affascinante viaggio attraverso il corpo umano, comprendendo e osservando da vicino tutti i complessi meccanismi e la complessa struttura che celiamo al nostro interno.

 

Chi si calerà in questa particolare mostra potrà anche osservare come le malattie modificano gli organi, osservare come il movimento cambia l’aspetto dei muscoli, osservare, in breve, tutto ciò che si nasconde sotto la nostra pelle.

Real Bodies apre i battenti il primo ottobre. La mostra sarà provvista di spiegazioni semplici e chiare, adatte a tutti, senza che i visitatori abbiano bisogno di conoscenze pregresse.

Real Bodies promette di essere un’esperienza educativa ed emozionante, una grande enciclopedia dal vivo di anatomia, per scoprire tutto sull’essere umano e sul funzionamento della nostra vita.

Per avere più informazioni e acquistare il tuo biglietto puoi visitare il sito internet di Real Bodies. Se inoltre cerchi un luogo tranquillo e strategico dove soggiornare vicino Milano, scegli l’Hotel Palace di Crema, a pochi chilometri dalla grande città e con servizi che renderanno il tuo viaggio comodo, sicuro e confortevole.

real bodies Milano

real bodies Milano

post

GIOCARE NEL SOLE, NUOVA MOSTRA DI TOGO

Giocare nel sole, questo il titolo della nuova mostra di Togo.

L’artista, il cui vero nome è Enzo Migneco, esporrà le sue opere alla Filanda di Soncino dal 19 marzo al 10 aprile.

Togo, nato a Milano, ha vissuto dapprima in Sicilia, tra le Isole Eolie, per poi spostarsi a Messina.
E sono proprio i colori della sua Sicilia quelli che vuole portare a Crema, con una mostra che esplora i percorsi del colore tramite linee e spazi, nella ricerca degli antichi miti della sue terra.

Migneco inizia a dipingere verso la fine degli anni ’50 e nel 1962 si trasferisce in pianta stabile di nuovo a Milano, che in quegli anni, ancor più di oggi, rappresentava il centro di un mondo culturale di grande importanza.

Da quel momento cominciano le collaborazioni e gli incontri con i circoli artistici meneghini, tra cui Lino Mazzulli, Umberto Faini, Vitale Petrus; con Mazzulli e Faini entrerà a far parte del gruppo della Galleria Diarcon.
Nel frattempo continuano le sue ricerche nel campo della grafica e dell’incisione, che lo porteranno ad esporre anche in ambienti internazionali.

 

 

post

BOCCIONI TORNA IN MOSTRA A MILANO

Umberto Boccioni torna in mostra a Milano.

La città meneghina celebra il grande esponente del Futurismo con una sensazionale mostra aperta dal 23 marzo 2016 fino al 10 luglio 2016.
La decisione di celebrarlo arriva nel centenario della sua morte, con un’esibizione di opere provenienti da importanti istituzioni museali e collezioni private di tutto il mondo, tra cui la Pinacoteca di Brera, le Gallerie d’Italia di Milano, la Camera di Commercio di Milano, la Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma, la collezione Gianni Mattioli, la Peggy Guggenheim Collection di Venezia, la Collezione Barilla di Arte Moderna, il Museo Cantonale d’Arte di Lugano, il Metropolitan Museum of Art di New York, e Getty Foundation di Los Angeles, il Musée Picasso e il Musée Rodin di Parigi, l’Osaka City Museum of Modern Art, il Kunsthistorisches Museum di Vienna.

Palazzo Reale ospiterà 280 opere tra disegni, dipinti, sculture, incisioni, fotografie d’epoca, libri, riviste e documenti, con una grande selezione di 60 disegni provenienti dal Castello Sforzesco di Milano.
Un’occasione unica per capire l’intero processo artistico che ha portato Boccioni ad influenzare molti degli artisti moderni e contemporanei, grazie alla sua ossessione per il rapporto tra l’oggetto e lo spazio.

Tra le opere anche delle rappresentanze pittoriche e scultoree, mentre saranno in mostra illustrazioni e disegni inediti che valorizzano ancora di più la ricerca artistica di uno dei pittori che ha maggiormente influenzato l’arte italiana.

L’esibizione rientra nel ricco cartellone di eventi “Ritorni al Futuro” proposto per il 2016 dalla città.

Per maggiori informazioni contattare http://www.palazzorealemilano.it/wps/portal/luogo/palazzoreale .