post

Ricostruzione: la scelta giusta

Ricostruzione: la soluzione a tutti i problemi

Mani curate, eleganti e particolari sono un ottimo biglietto da visita per presentarsi sempre al meglio in ogni occasione. Ma mettere lo smalto, per quanto immediata, può non essere la più pratica delle soluzioni. Quante volte ci siamo arrabbiate con smalti che non asciugano mai o peggio, appena finito di applicarli ci sembra di provare la fastidiosa sensazione di prurito in ogni parte del corpo che, logicamente non possiamo assolutamente soddisfare. Per non palare di chi scarica nervosismo mangiandosi km di unghie ogni giorno. Dopo secoli di agonia da smalto, finalmente da qualche anno la soluzione c’è e si chiama ricostruzione, ossia l’applicazione di unghie artificiali inspessite da gel che creano uno strato molto resistente e duraturo capace di mantenere le mani perfette per oltre un mese senza creare traumi o danneggiare l’unghia stessa.

Ricostruzione

Diversi metodi per una resa concreta

Si sa, la tecnologia trova sempre nuovi stimoli e non appena nasce una innovazione si trovano mille sfaccettature alla stessa in grado di migliorarla ulteriormente, come si suol dire: “creata la ruota si trascina il carro!”. Inventata la ricostruzione gel non hanno tardato infatti ad arrivare metodi di applicazione diversificati sulla base del tipo di unghia, del materiale utilizzato o del risultato che si vuole ottenere.  I metodi più diffusi sono:
1-Metodo a due componenti (o acrilico), in cui una particolare polvere modellante o un gel sintetico di base viene arricchito con un liquido speciale che permette di agevolarne la stesura.
2-Metodo UV, il più diffuso, in cui i raggi UVA vanno ad agire su un gel che si indurisce prendendo la forma desiderata, metodo che richiede almeno 2 strati più eventuali colorazioni.
3-Metodo della polvere di seta in cui l’intera superficie dell’unghia viene rivestita di uno strato di seta auto incollante.

Pagelle rigorose

Il metodo, l’acrilico è stato il primo ad introdurre il concetto di ricostruzione inspessendo e solidificando la superficie dell’unghia. E’ tuttavia un metodo macchinoso, che richiede notevole manualità per l’uso di due diversi materiali (uno in polvere e uno liquido) e soprattutto richiede ancora l’asciugatura all’aria. Il materiale inoltre non è affatto elastico e rende quindi questo sistema poco resistente ad urti causati dalle normali attività quotidiane. Altro neo? L’odore… decisamente pungente e fastidioso in fase di applicazione. Apprezzato lo spirito di novità ma possiamo bocciarlo.
Il metodo UV è il più conosciuto ed affermato. L’indurimento del materiale avviene tramite foto-polimerizzazione in solo un minuto e mezzo, grazie ai raggi UVA emessi da lampade apposite. Il gel è quindi modellabile secondo piacimento e, una volta ottenuto l’effetto desiderato, lo si blocca così com’è. Sicuramente un notevole vantaggio poiché offre la certezza di risultati perfetti e soprattutto duraturi (fino ad un mese o anche più). L’unico punto a sfavore? La necessità di primer, 2 strati di gel ed eventuali colorazioni che agiscono con lo stesso principio: può essere talvolta costosetto e i tempi di applicazione non vanno al di sotto dell’ora e mezza. Piccoli difetti per una grande resa: promosso a pieni voti!
La tecnica con polvere di seta necessita di unghie il più sane possibile, a cui serve solo un rinforzo o per ottenere un aspetto particolarmente curato. E’ una tecnica che si basa sulla stesura di fogli di seta (o in alternativa lino) che grazie ad uno strato di colla pre-applicato aderiscono all’unghia. Questo metodo non è moto duraturo ma neanche invasivo, e se si vuole in ultima fase si può applicare dello smalto per dare colore. Ottima resa ma di breve durata, apprezziamo lo sforzo e la velocità di applicazione con un bel 8!

Ricostruzione

Unghie banali? No grazie!

Senza troppi problemi possiamo dire che il metodo UV ha saputo conciliare perfettamente costi e tempi di applicazione un po’ più macchinosi, con durata e resistenza finora davvero insuperabili. Ogni giorno milioni di donne scelgono la ricostruzione con gel UV certe che per 4-5 settimane avranno mani perfette. E proprio la diffusione a macchia d’olio di questa tecnica ha permesso l’affermarsi, in contemporanea, di tutta una serie di applicativi che, con l’aiuto di manualità e fantasia, permettono di arricchire l’unghia di simpatici dettagli. Brillantini, polverine, disegni a mano, stencil e chi più ne ha più ne metta: è nata la Nail Art, una vera e propria forma d’arte in cui la tela è l’unghia stessa.

RicostruzioneAttraverso le mani capiamo molte cose su una persona, ed ora che le unghie stesse possono “raccontare” qualcosa di noi è ancora più facile. E tu? Che tipo sei? Romantica, tentatrice, estrosa o tradizionalista? Raccontalo con la ricostruzione!

post

Tutti pazzi per le unghie: i colori di tendenza dell’estate

Le tue unghie sono importanti. Lascia le tue mani libere di esprimersi con i colori di tendenza dell’estate.

Le mani gesticolano, parlano, hanno un linguaggio tutto loro. Possono dire molto della nostra personalità e mostrare anche ciò che vorremmo tenere nascosto. L’importanza di una carezza, di una stretta di mano, non sono da sottovalutare. Curare le mani e le unghie significa anche volersi spiegare, affermare il proprio carattere e le proprie peculiarità. I particolari significativi sono quelli che rimangono più accesi nella memoria, che la mente rievoca più spesso.

E se è importante comunicare e dire qualcosa con le nostre mani, perché non farlo alla moda?

Nude, bianco&nero, metal, pastello e colori accesi. Le tendenze dell’estate 2016 sono molteplici e a volte anche divergenti tra loro, adatte davvero a tutti i gusti e a tutte le esigenze.

Per le personalità più eccentriche e originali è sicuramente adatto un colore forte o metal. Si può osare anche con eleganza e attenzione alle tendenze, con un oro, argento e ottone o con il blu elettrico, il rosso acceso e il turchese.

unghie tendenza estate 2016

unghie tendenza estate 2016

Ideali per ricorrenze più raffinate, il bianco&nero e il new french, con fantasie geometriche particolari e capaci di stupire con sobrietà.

Per le donne invece che non amano l’eccesso e preferiscono rimanere su toni più naturali, sono da consigliare tinte quali il nude o il bianco avorio o colori pastello, tra cui l’azzurro e il rosa.

Nonostante questo, però, il consiglio per l’estate è quello di osare un po’ di più, azzardando con il colore e dicendo qualcosa di più profondo circa noi stesse. Trovare il modo per comunicare, per esprimersi, per raccontarsi, è una delle più belle sensazioni al mondo. Bisogna apprezzare se stessi e non aver paura di quello che si dice, anche se lo si fa con le mani.

Riscopri te stessa, la salute e la bellezza delle tue unghie, con una ricostruzione, un trattamento. Scopri quello più adatto a te, che ti faccia sentire importante e al tempo stesso diversa dalla massa. Tutte le info.