post

Di Crema, questa preziosa città dall’intenso respiro storico e artistico, ne abbiamo già parlato a lungo, mostrando le molte bellezze che vi si celano. Oggi, però, non voglio mostrarti le splendide ragioni e gli incantevoli luoghi per i quali dovresti visitare Crema. Oggi voglio indicarti un vero e proprio itinerario per visitare Crema.

Ebbene si, hai capito bene. Qui sotto troverai un itinerario che ti condurrà in quel di Crema, mostrando i percorsi migliori per non perderti nulla di questa incantevole città.

Forza, non perdiamo tempo.

Guida per Visitare Crema

Come raggiungerla

Se ti sei finalmente deciso a visitare questa splendida città, forse prima è meglio capire dov’è e qual è il modo migliore e più veloce per raggiungerla.

Crema sorge nel cuore culturale e artistico della Lombardia, esattamente al centro di un poligono avente ai vertici tante altre città incantevoli, come Milano, Cremona, Piacenza e Bergamo, centri facilmente raggiungibili in poche decine di minuti di macchina.

Le strade Statali che portano alla Città di Crema sono:

  • La 235 (Pavia-Lodi-Crema-Brescia);
  • La 415 (Milano-Crema-Cremona);
  • La 591 (Bergamo-Crema-Piacenza.

Queste strade sono facilmente raggiungibili dall’autostrada A1 (Piacenza-Lodi-Milano), dall’autostrada A4 (Milano-Bergamo-Brescia) e dall’autostrada A21 (Brescia-Cremona-Piacenza).

Se invece la tua idea era quella di raggiungere Crema in treno, la linea ferroviaria è la Crema-Cremona oppure la Crema-Treviglio.

E in caso tu fossi troppo distante? Tranquillo, abbiamo pensato anche agli aereoporti più vicini tra i quali potrai scegliere, che sono Linata, Malpensa, Orio al Serio e Montichiari.

Itinerario per visitare la città

Piazza Duomo

Partiamo da un piccolo presupposto? Quanto tempo ti serve per visitare Crema? Certo, in un’ora potresti forse riuscire a cavartela, ma dovresti correre da un punto all’altro della città, soffermandoti a malapena sulle facciate degli edifici civili e delle splendide chiese. Quindi, personalmente, se hai tempo te lo sconsiglio.

Il tempo che ti consiglio per un itinerario tranquillo, che veda tutti gli aspetti di questa città, è di almeno sei ore.

E da dove iniziare?

Certamente dal cuore del centro storico, ovvero dalla Piazza Duomo, il luogo della città dove si affacciano splendide testimonianze di arte medioevale, incastrate in un contesto architettonico rinascimentale, che producono un piacevole effetto suggestivo. Lì troverai lo splendido Palazzo Comunale dove sorge il Torrazzo, una torre su di un grandioso arco  che dà accesso alla piazza. E visto che il tuo itinerario comincia proprio da qui non devi assolutamente perderti la visita del Duomo, Santa Maria Assunta, che si affaccia proprio sulla piazza e che rappresenta un piacevole incontro fra arte romanica e gotica.

Finita la visita al Duomo passa sotto il Palazzo Pretorio, per dirigerti verso la seconda chiesa di questo itinerario, ovvero quella si San Bernandino. Edificio ecclesiastico eretto nel 1500, presenta una semplice facciata esterna, che nasconde un interno ricco di decori, come affreschi, tele e stucchi di famosi artisti Cremaschi.

Ora percorri via Frecavalli e via Ponte Furio, fino a risalire via XX settembre, così da poter porre lo sguardo sull’oratorio di Sant’Antonio e ammirare, poco più distante, la volta di un negozio finemente dipinta con coppie di Putti e Cherubini.

Ancora pochi passi e finalmente ti troverai davanti ad edificio religioso davvero sensazionale, ovvero la Chiesa della Santissima Trinità, edificio di fine 700 finemente lavorato e decorato, ricco di nicchie, putti e sfarzi. Non limitarti a visionare solo l’esterno , ma varca la volta della navata gotica per immergerti in un luogo altrettanto splendido.

Ora sarai forse stanco di camminare e ti servirà una pausa. Detto fatto. Segui via delle Grazie e giungerai così al Campo di Marte, una zona verde nel quale sorge un piccolo parco giochi. Qui potrai riposarti e vedere i resti delle mura venete.

palazzo bondenti

 

Pausa pranzo? Devi assolutamente fermarti in uno dei ristoranti tipici della zona e provare la specialità di Crema, un piatto unico in tutta Italia. Sto ovviamente parlando dei Tortelli Cremaschi, una delizia per il palato!

Ora hai a disposizione tutto il pomeriggio da dedicare all’arte e alla cultura è giusto cominciare a farlo nel modo giusto. Come? Per forza visitando il Museo Civico di Crema e del Cremasco che è gratuito, facilmente raggiungibile e davvero interessante. Il Museo ha sede nell’antico Convento di Sant’Agostino e all’interno troverai ricche esposizioni archeologiche e artistiche.

Sarò sincerò, però, a dirti che ho lasciato il meglio per ultimo. Si, perché ancora ti manca l‘incantevole Santuario di S. Maria della Croce. Purtroppo dal centro di Crema la chiesa è piuttosto distante e ci si mette circa mezz’ora a piedi se la si vuole raggiungere, oppure meno di una decina in macchina e autobus. Ma ti faccio una promessa: ne vale davvero la pena. Questo edificio ecclesiastico è uno degli esempi più belli di architettura rinascimentale e lo sfarzo della facciata esterna è soltanto il preambolo di una grande ricchezza di decori, colori e affreschi che vi troverai all’interno.

Ed ecco che il tuo Itinerario per visitare Crema finisce. Facci sapere come hai trovato questa piccola e graziosa città nei commenti qui sotto. E se cerchi un hotel nel quale soggiornare qui a Crema, non possiamo che suggerirti la scelta migliore, ovvero Hotel Palace.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *