post

Visitare Parma è una di quelle cose che chiunque dovrebbe fare almeno una volta nella vita, perché si viene proiettatati nella magica “Città della Musica”, un luogo ricco di storia e cultura, avvolto da magnifici e monumentali edifici. Una città il cui patrimonio sconfina in campi diversi, da quello architettonico, pittorico, musicale e addirittura gastronomico.

Parma è una città che va vissuta appieno, senza perdere un solo dettaglio di questo importante centro storico, Quarta città migliore al mondo dove risiedere, secondo il Telegraph, nonché “Città creativa per la Gastronomia UNESCO”, Parma è anche un’importante sede universitaria sin dall’undicesimo secolo. Ecco il perché di questa preziosa guida, che ti aiuterà a comprendere come visitare Parma nel modo migliore.

Visitare Parma: Come Arrivare

come raggiungere parma

Parma è situata nel nord Italia , nella regione Emilia Romagna ; ha una posizione strategica, perché è vicina a molte altre città importanti come  Mantova, Cremona, Venezia e Ferrara.

In macchina

Visitare Parma in macchina può essere straordinariamente semplice, e soprattutto economico! Come? Grazie al servizio di Carpooling, che ti permetterà sia di chiedere passaggi  sia di mettere a disposizione la tua macchina. E in alternativa ti viene sempre incontro il servizio offerto da Blablacar.

Per raggiungere Parma  in automobile vi sono varie strade :

  • Attraverso le linee stradali A1 Milano – Bologna, uscendo al casello Parma, e A15 Parma – La Spezia, uscendo al casello Parma Ovest
  • Sfruttando la tangenzialeche collega in modo veloce e diretto tutte le parti della città con le strade statali e i caselli.

Fai attenzione però, perché il centro storico di Parma è una Zona a Traffico Limitato. Per i parcheggi ti consiglio di dare un’occhiata direttamente sul sito turismo di Parma, dove sono indicati i migliori posteggi.

In treno

Se per evitare lo stress di guidare per ore e i problemi di parcheggio hai scelto di utilizzare il treno, hai sicuramente compiuto una scelta intelligine : le linee ferroviarie a Parma sono ottimamente servite, e vista la posizione della stazione puoi raggiungere comodamente il centro. La stazione si trova vicino alla Barriera Garibaldi, una antica porta cittadina, ed è collegata alle principali tratte ferroviarie italiane, come le linee di Bologna e Milano. E se volessi viaggiare assieme alla tua bici, Parma ti offre la possibilità di farlo nel modo più comodo, grazie alla Velostazione, un deposito che contiene fino a 416 biciclette e che troverai accanto al primo binario.

La stazione è inoltre collegata con quella di Reggio Emilia Mediopadana, grazie al servizio di alta velocità offerto da Italobus.

In bus

Parma ha la fortuna di essere una città collegata a molti altri centri italiani ed europei e, quindi, comodamente raggiungibile anche in bus. Per trovare gli autobus migliori consiglio di dare un’occhiata su bus radar e su Flixbus, grazie al quale potresti trovare biglietti scontati.

In aereo

Dopo essere arrivato all’aeroporto Internazionale Giuseppe Verdi puoi raggiungere il centro storico di Parma con l’autobus numero 6, oppure chiamando un taxi o noleggiando una macchina nei pressi degli autonoleggi vicino all’aeroporto.

Da Casalmaggiore

Visitare Parma partendo da Casalmaggiore è davvero semplicissimo: basta imboccare Via Camillo Benso Conte di Cavour e poi continuare sulla SP343R  in direzione di Viale Europa a Parma. Dal Viale devi poi prendere Viale Giovanni Mariotti e Strada Giuseppe Mazzini in direzione di Piazza Giuseppe Garibaldi.

 

Storia

stemma di parma

Come si può visitare Parma senza prima conoscerne la storia? E’ un tassello fondamentale, per comprendere ciò che è Parma oggi e per comprendere e gustare appieno il patrimonio artistico e architettonico che la caratterizza.

Gli storici fanno risalire le origini di Parma al lontano periodo Etrusco, nonostante questo popolo avesse avuto scarsa influenza nell’Emilia occidentale. Proprio da queste piccole popolazioni etrusche avrebbe preso il nome, che sembra derivare appunto dalla tribù Parmni, divenuta in epoca latina Parmae. E’ proprio in epoca romana, a partire dal 183 a.C. , che Parma inizia ad espandersi. All’epoca vi risiedevano circa duemila famiglie e ad ognuna di essa venne affidato un appezzamento presso la Via  Emilia ; da questa arteria ebbe poi origine la Strada delle  Cento Miglia, che collegava Parma alla Lunigiana. Grande fu la crescita urbanistica ed economica della città, grazie alla sua favorevole posizione strategica, che la rendeva un importante snodo commerciale.

Quando però cadde l’Impero Romano, Parma precipitò con esso. Fu un lungo periodo di incredibile instabilità che provocò gravi danni economici e demografici alla città. Dapprima l’Imperatore Graziano vi insediò i Taifali, un popolo barbaro ; poi vi fu la distruzione protratta da Attila e quindi la rinascita grazie a Teodorico. Si susseguirono poi le dannose Guerre Gotiche e il fiorente periodo Bizantino, durante il quale finalmente Parma riacquistò il suo splendore. Fu proprio in questo periodo che fu definita Crisopoli, ovvero la Città d’oro.

Nel V secolo, con l’arrivo dei Longobardi, Parma divenne capitale del Ducato di Re Agilulfo e così si mutò in un centro militare ed amministrativo. Poi venne l’ora di Carlo Magno il quale trasformò il ducato in contea e pose il vescovo Guiboldo al governo della diocesi vescovile, attribuendogli poteri ecclesiastici e temporali.

Parma divenne, nel 1176, un libero comune con un governo basato sul dualismo fra podestà e popolo.

Inizialmente Ghibellina, e quindi favorevole all’Imperatore, si schierò poi con i Guelfi che sostenevano il papato. Parma fu poi sottomessa da vari conquistatori : dapprima i Visconti, poi gli Sforza e in seguito le dominazioni francesi. La città fu infine liberata dalla dominazione francese nel 1521, grazie alle truppe pontificie e spagnole che la misero sotto assedio per tre lunghe giornate. Grazie a papa Paolo III, che diede vita al Ducato di Parma, seguì un fiorente periodo che rese la città una delle più importanti corti rinascimentali italiane, e che ne arricchì il patrimonio con opere di grandi artisti quali il Correggio ed il Parmigianino.

La crescita artistica e culturale di Parma si arrestò, dopo un ottimo momento vissuto grazie alla dinastia dei Borbone, a causa di Napoleone Bonaparte. Con la sua abdicazione venne infine il turno degli Asburgo d’Austria e, in seguito all’Armistizio di Villafranca, il ristabilito Ducato di Parma divenne parte del Regno d’Italia.

Da qui in poi, benché la storia di Parma si confonda con quella dell’intera Italia, va sottolineato il riconoscimento che le valse la Medaglia d’oro al valore Militare per il coraggio e la forza con cui si oppose alle milizie fasciste.

 

Cose da vedere

parma

Per visitare Parma è necessario sapere quali sono le cose imperdibili, assolutamente da vedere : dalle monumentali architetture alle pitture del Correggio. Sono molti i luoghi che meritano di essere visitati e se vuoi scoprirli e studiarli con più dovizia di particolari ti consiglio di dare un occhiata alle cose da vedere a Parma, dove troverai i 10 posti più belli di questa ricca città.

Architetture Religiose

Le architetture religiose sono parte fondamentale della città, soprattutto per la sua passata realtà di Ducato Vescovile. La maggior parte di esse sorge nella piazza centrale che è il cuore di Parma, ovvero Piazza Duomo. Come anticipa il nome della piazza, qui si trova il Duomo, una delle architetture romaniche più belle e importanti di tutta Italia, elemento fondamentale da cui partire per visitare Parma. La cattedrale di Santa Maria Assunta appare come una architettura monumentale e imponente, un esterno semplice che nasconde navate e soffitti riccamente decorati da splendidi affreschi che tolgono il fiato. Al suo fianco sorge l’imponente Battistero, perfetto esempio di fusione fra l’arte romanica e gotica, una splendida architettura dell’Antelami interamente rivestita di marmo rosa di Verona. Vi è poi la Chiesa di San Giovanni Evangelista,la cui cupola è stata splendidamente affrescata dal Correggio ; l’interno della chiesa è inoltre decorato da fini affreschi rinascimentali.

Poco distante vi è il Monastero di San Paolo dove troverai ad aspettarti la Camera della Badessa, un vero e proprio capolavoro artistico ad opera del Correggio. E ancora la Basilica di Santa Maria della Steccata, che è uno degli esempi di architettura a pianta centrale più importanti d’Italia. Non si possono poi non citare la Chiesa di San Pietro Apostolo, in stile neoclassico, la Chiesa di San Vitale e la Chiesa di Sant’Antonio Abate, entrambe barocche, la gotica chiesa di San Francesco del Prato e la Chiesa di Santa Maria degli Angeli,decorata con affreschi cinque-seicenteschi. Ultima architettura religiosa che desidero consigliarti di visitare è la Chiesa di Santa Maria del Quartiere la cui cupola, realizzata dal Bernabei e ritraente scene dal Paradiso, è di una magnificenza e bellezza senza eguali.

Architetture Militari e Civili

Se parliamo di Parma non si può non citare La Cittadella, la splendida fortezza pentagonale dalla monumentale facciata in marmo. Fra i  numerosi palazzi, invece, quello che spicca fra tutti è sicuramente il Palazzo della Pilotta, massiccio ed imponente edifico voluto dai duchi Farnese. All’interno vi troverai la Galleria Nazionale, il Teatro Farnese, il Museo archeologico, la Biblioteca Palatina, il Museo Bodoniano e l’istituto d’Arte.

Vi è poi il Palazzo Ducale, noto anche come Palazzo del Giardino, una meraviglia architettonica incastonata nel Parco Ducale. In Piazza Garibaldi troverai poi ad aspettarti il Palazzo del Comune, il Palazzo del Podestà ed il palazzo del Governatore. Troverai in Piazza Duomo il Palazzo Episcopale ; ma ancora molti sarebbero i palazzi degni di una visita qui a Parma. Per quanto riguarda invece altri edifici o monumenti notevoli vi è la Fontana del Trianon, architettura barocca che sorge sull’isolotto della Paschiera, ed infine il Tempietto d’Arcadia..

Dove alloggiare

hotel bifiSapere cosa vedere a Parma è fondamentale per godersi questo incredibile certo storico, per concludere in nodo soddisfacente il viaggio serve un bel luogo di soggiorno. E se Parma è una città che deve la sua ricchezza alla sua posizione strategica, perché non scegliere un alloggio dall’altrettanto importante posizione strategica? Sto ovviamente parlando di Hotel Bifi, un elegante e raffinato albergo che si prefigge di offrire il miglior soggiorno possibile, in un ambiente silenzioso, intimo e curato.. L’ hotel sorge a Casalmaggiore, ed è quindi comodo per raggiungere numerose splendide località come Mantova, Cremona e naturalmente Parma : il luogo perfetto per chi desidera visitare Parma.

Salva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *